Vacanze Cannole

Informazioni utili

cannoleMercato settimanale: giovedì
Santo patrono: San Vincenzo Ferreri
Festa patronale: ultima domenica di luglio
Abitanti: cannolesi
Come si raggiunge: SS 16, tangenziale ovest di Lecce, SS 16 uscita Zollino, Martano, Carpignano Salentino
Guardia medica: 0836/318062

 Cenni storici

Sebbene alcuni Menhir presenti sul territorio dimostrino la presenza umana fin dall’età del bronzo, la nascita di Cannole è databile più precisamente intorno al XII secolo quando, in fuga dalle scorrerie di Guglielmo il Malo, alcuni abitanti dei centri vicini trovarono sicuro rifugio nei fitti canneti a quel tempo presenti nella zona ai quali, inoltre, è attribuita l’origine del nome.

Nei secoli, Cannole ha ospitato alcune comunità di monaci basiliani operosi, oltre che sul piano religioso, anche in campo agricolo ed è stata poi infeudata a varie famiglie nobiliari tra cui i Granafei, sotto il cui dominio fu dotata di un castello posto a difesa del centro dalle incursioni turche. Devota a San Vincenzo Ferrer fin dal 1750 ha poi beneficiato, agli inizi del XX secolo, degli effetti di un’importante opera di bonifica del territorio.

Cosa vedere

A poca distanza da alcune delle più belle località di vacanza in Puglia, Cannole offre ai suoi visitatori la possibilità di ammirare uno stupendo esempio di masseria fortificata, recentemente riportato alla vita grazie ad una sapiente opera di restauro.

Il complesso masserizio di Torcito, situato nell’antico feudo di Cerceto (distrutto e raso al suolo dai saraceni nell'864), risale al XII secolo mentre l’opera di fortificazione è databile intorno al 1600. La struttura, oggi sede di eventi culturali, è composta, oltre che dai locali ad essa annessi anche da due cappelle, una delle quali ridotta ormai a pochi ruderi; un frantoio ipogeo; un’imponente torre colombaia; alcune tombe riconducibili agli insediamenti dei monaci basiliani; alcune fosse granarie; le neviere sei-settecentesche; un pozzo ad uso dei carovanieri in sosta e alcune tracce dell’antica via Calabra Lecce-Otranto, prolungamento romano della più nota via Appia.

Segnaliamo poi la Chiesa Matrice SS. Madre di Dio in stile barocco, il castello, il palazzo signorile, il Dolmen e il Menhir “Santu Lasi” nell’omonima contrada. Da non perdere verso la metà di agosto la “Sagra della Municeddha” (lumaca) dove a farla da padrone sono i gustosi molluschi e i coinvolgenti balli popolari della “pizzica” salentina. Il “Carnevale di Cannole” è invece un’ottima occasione per visitare questa località anche fuori stagione.

Soluzioni per la tua vacanza

Copyright

Pugliaviaggi scrl,
sede legale via Soleto 82,
73025 Martano (Lecce)

Partita Iva: 04094370758
Studio di promozione pubblicitaria
Agenzia di intermediazione

Contatti

info (@) pugliaviaggi.com