Vacanze Giurdignano

Informazioni utili 

giurdignanoMercato settimanale: mercoledì 
Santo patrono: San Rocco
Festa patronale: 16 agosto
Abitanti: giurdignanesi
Come si raggiunge: SS 16, tangenziale ovest di Lecce, SS 16 fino a Maglie, uscita Otranto
Guardia medica: 0836/812361

 Cenni storici

Nel Medioevo il borgo crebbe, sotto gli Alfarano-Capece, intorno ad una preesistente struttura fortilizia opera degli otrantini e da questi usata come avamposto militare.

Data la breve distanza con Otranto, Giurdignano ha profondamente legato le sue vicende storiche a quelle della la ben più nota ed importante città costiera.

Bisognerà attendere il XX secolo per vedere l’area in questione progredire grazie ai benefici apportati da un’imponente opera di bonifica della zona paludosa e malarica ad essa circostante.

Monumenti e chiese

Il territorio presenta i segni di antichissimi insediamenti umani risalenti all’età del bronzo e all’epoca messapica. A due passi da Otranto, località per vacanze tra le più belle in Puglia, Giurdignano offre ai suoi visitatori la possibilità di ammirare la Chiesa di S. Rocco, di cui segnaliamo la facciata barocca e la ricchissima quadreria conservata all’interno; il palazzo baronale del sec. XVIII; la Chiesa di Santa Maria risalente al Medioevo e in località “Centoporte” i ruderi dell’omonima abbazia sorta nei pressi di un antico Cenobio basiliano. 

Poco distante dalla piazza centrale si trova la cripta basiliana di San Salvatore risalente all’VII secolo e, probabilmente, la più interessante tra le strutture rupestri sul territorio circostante. Il monumento ipogeo, ricco di affreschi, pilastri, navate e piccole cupole ricavate nello spazio sotterraneo, causa la mancanza di adeguate risorse economiche, pur essendo visitabile, non risulta purtroppo adeguatamente valorizzato. 

Stessa sorte tocca alle cripte di S. Vincenzo, di San Vito e di Sant’Orsola anch’esse scavate nel tufo e con affreschi ormai irrimediabilmente danneggiati. Sempre nel centro cittadino vi sono i menhir gemelli di Vico Nuovo, il menhir Croce della Fausa, posto su di un basamento circolare e quello di Santa Maria di Costantinopoli, affianco alla omonima chiesetta. Fuori dall'abitato troviamo lo splendido frantoio ipogeo denominato "Trappeto del duca".

Soluzioni per la tua vacanza

Copyright

Pugliaviaggi scrl,
sede legale via Soleto 82,
73025 Martano (Lecce)

Partita Iva: 04094370758
Studio di promozione pubblicitaria
Agenzia di intermediazione

Contatti

info (@) pugliaviaggi.com