Vacanze Rodi Garganico

Informazioni utili

Rodi GarganicoMercato settimanale: sabato
Santo patrono: SS. Madonna della Libera 
Festa patronale: 2 luglio 
Abitanti: rodiani o rodesi 
Come si raggiunge: A 14 fino a Poggio Imperiale e superstrada garganica fino a Rodi Garganico.
Guardia medica: tel. 0885/965255

Cenni storici

Il toponimo deriva dal nome longobardo di persona Rodo. Il borgo antico, con un tuffo nel passato, ci riporta alla vita medievale, mettendo in risalto le strette e contorte viuzze che si inerpicano sul promontorio roccioso e le tipiche bianche case che costellano i paesi dei Gargano.

In tempi antichi fu colonizzata dai Cretesi e divenne un importante porto in epoca romana. Altro motivo di vanto è aver ospitato il re Ferdinando d'Aragona e Gioacchino Murat, dopo la disfatta napoleonica. Oggi basa la sua economia sul turismo, grazie al porto ben collegato con le Isole Tremiti, sulla pesca e sull'agricoltura.

Il territorio circostante, infatti, mostra una vegetazione lussureggiante in cui primeggiano le colture arboree di agrumi, di cui è considerata la capitale, ulivi, pini, fichi e carrubi.

Oggi Rodi Garganico è un centro con forte capacità di attrarre turisti grazie alla presenza di strutture per trascorrere le vacanze, come villaggi turistici e hotel sul mare.

Monumenti e Chiese

Il convento dei cappuccini. Il santuario della Madonna della Libera, dove si custodisce un’immagine in legno della Vergine, di sicura fattura bizantina.

La leggenda della Madonna della Libera

Si narra che nel 1453, con la capitolazione di Costantinopoli devastata dai Saraceni, che così posero fine all'Impero Romano d'Oriente, i Veneziani prima di abbandonare la città portassero sulle loro galee le icone sacre che riuscirono a sottrarre alla furia degli assalitori. Ebbene, una di queste navi, sebbene sospinta dal vento favorevole, giunta nei pressi di Rodi Garganico con gran sorpresa del comandante interruppe la navigazione senza alcun apparente motivo.

Visti inutili i tentativi di riprendere il largo, il comandante, con alcuni marinai, scese a terra e interrogò gli abitanti della città circa l’eventualità che esistessero in quel punto della costa delle correnti sottomarine così impetuose da impedire alla sua nave di ripartire. Ricevuta risposta negativa, riattraversò la città per tornare alla barca. Mentre ragionava fra sé in cerca di una spiegazione logica, lo sguardo gli cadde su un masso su cui era poggiata, in posizione verticale, un'icona della Madonna.

Immediatamente pensò che fosse stata trafugata dalla sua nave, perciò la raccolse e la portò con sé sul veliero. Giunto a bordo ordinò ai marinai di togliere l'ancora e di issare le vele. Il vento gonfiò le vele, l'ancora fu ritirata, ma la nave non si mosse.

A quel punto fu sicuro che vi dovesse essere qualcosa nel fondale che impediva la navigazione. Perciò decise di scendere nuovamente a terra e di interrogare con più insistenza i pescatori del luogo. Non appena sbarcato, passando vicino al masso su cui aveva trovato l’icona si accorse che quella era nuovamente li, immobile e verticale come l'aveva vista la prima volta. Capì immediatamente che si trattava di un miracolo della Madonna, che evidentemente non voleva andar via da Rodi Garganico e, in ossequio al desiderio della Vergine, donò l'icona ai rodiani.

Quando tornò a bordo della sua nave ordinò, come aveva già fatto, di levare l'ancora e di issare le vele. Per incanto la nave questa volta non solo riprese la navigazione, ma solcò le acque così velocemente da giungere per prima nel porto di Venezia, nonostante la sosta forzata di quasi due giorni.

Feste

  • Febbraio: Carnevale. Festa di Maria SS. della Libera. E’ la festa patronale che onora la Vergine con un pellegrinaggio in processione. La statua della Madonna è portata a spalla da muratori, pescatori e marinai. La devozione a questa Madonna è particolarmente sentita dalla gente di mare.

Soluzioni per la tua vacanza

Copyright

Pugliaviaggi scrl,
sede legale via Soleto 82,
73025 Martano (Lecce)

Partita Iva: 04094370758
Studio di promozione pubblicitaria
Agenzia di intermediazione

Contatti

info (@) pugliaviaggi.com