Vacanze Salice Salentino

Informazioni utili

salice-salentinoMercato settimanale: venerdì
Santo patrono: San Francesco d’Assisi
Festa patronale: 4 ottobre
Abitanti: salicesi
Come si raggiunge: A 14, SS 613, da Lecce SS 7 ter Salentina
Guardia medica: 0832/732286

Cenni storici

Il paese sorge dove nei tempi antichi v’era una grande foresta di salici. Per la sua posizione geografica aveva un grande valore strategico, poiché era sul confine tra il territorio di Taranto e Lecce.

Nel 1294 divenne baronia e nel 1392 passo al valente cavaliere Raimondello Orsini Del Balzo che, tornato dalla Terra Santa, vi fece costruire un castello. Con gli Spagnoli e i Borboni la citta visse anni più tristi, a cui seguirono quelli delle sette segrete che sorgevano spesso per motivi non politici, ma criminosi.

Oggi Salice Salentino è un paese che gode di una florida economia prevalentemente agricola, di cui il prodotto di maggior pregio è il vino DOC. Salice Salentino è oggi una località turistica in cui sempre più spesso italiani e non decidono di trascorrervi le vacanze estive, specie per la presenza di strutture ricettive come agriturismo, bed and breakfast e villaggi vacanze.

Monumenti e chiese

Il castello, detto "castello dei monaci" in quanto un gruppo di monaci basiliani aveva scelto come dimora stabile il feudo di Salice Salentino. I feudatari che ne detennero il possesso furono i de Martino e i Parry Graniìnger, originari della Francia.

Gli ultimi proprietari furono i Provenzano che, ancora oggi, ne detengono il possesso.

La chiesa parrocchiale, intitolata a santa Maria Assunta, risale al XVII secolo e conserva altari del Seicento di grande pregio. La cappella della Madonna del Latte e una piccola chiesa che gode grande devozione. Durante i periodi di siccità al fine di ottenere un buon raccolto, i salicesi vi si recano in pellegrinaggio.

Feste, sagre e fiere

  • 17 febbraio: Festa di sant’Antonio Abate. Si accende una focaia, cioè un falò di fasci di tralci di vite, seguito da fuochi pirotecnici.
  • Terza decade di giugno: Fiera-mercato "Madonna della Visitazione”. Antica manifestazione voluta nel XVII secolo dal principe don Gabriele Agostino Enriquez, con vendita di bestiame. Oggi comprende anche degustazione di prodotti tipici della cucina salentina e spettacoli teatrali.
  • Prima decade di luglio: Madonna del Latte. Si svolge con un pellegrino alla “Cona", un’antica chiesa rupestre che conserva un al antico affresco che raffigura la Madonna da cui sugge il latte il Bambino Gesù.
  • 4 Ottobre: San Francesco d’Assisi. La statua del patrono e portata in processione per il paese. Segue la sagra della "Cicore a caulata", cioè della prima cicoria selvatica della stagione con sugo di carne di maiale.

Curiosità

Ai cittadini di Salice Salentino, si racconta, viene attribuito il soprannome di giaccure stritte, cioè giacche strette, per la loro rinomata parsimonia e, si vocifera, per la loro tirchieria.

Si tramanda che, pur di risparmiare qualche centimetro di stoffa, non si curavano di farsi vedere per le vie della citta con la giacca stretta.

Ma più ancora, si dice che, durante le feste patronali, dovendo ricambiare la cortesia ricevuta in altre occasioni, cercavano di sottrarsi all’impegno adducendo varie motivazioni. In pratica, la caratteristica di non voler mettere mani al portafogli è, non solo attuale, ma condivisa dalla maggior parte della popolazione.

Personaggi famosi

Un uomo degno di essere ricordato fu certamente Arcangelo De Castris, sindaco della citta e senatore del Regno d’Italia.

Soluzioni per la tua vacanza

Copyright

Pugliaviaggi scrl,
sede legale via Soleto 82,
73025 Martano (Lecce)

Partita Iva: 04094370758
Studio di promozione pubblicitaria
Agenzia di intermediazione

Contatti

info (@) pugliaviaggi.com