Vacanze San Cataldo

Informazioni utili

san cataldoCoordinate geografiche: 40°23′24″N 18°18′07″E
Mercato: domenica mattina, ortofrutticolo
Territorio: fa parte del territorio comunale di Lecce
Infrastrutture turistiche: faro; porto turistico che può ospitare circa 200 imbarcazioni,non più lunghe di 12 metri e con pescaggio non superiore a 1,5 metri e comunque non a vela e circolo velico di derive e catamarani noto a livello nazionale
Come si raggiunge: SS 16 fino a Lecce, tangenziale est di Lecce, via del mare fino a San Cataldo

La località

È per tradizione il tratto di costa del Salento dove, per vari ottimi motivi, trascorrono le vacanze gli abitanti di Lecce. La vicinanza con il capoluogo salentino permette infatti di godere della vita e dei fasti della Lecce barocca unitamente al relax che i numerosi lidi organizzati presenti a San Cataldo forniscono.

Le antiche origini raccontano invece dell’antico porto romano voluto dall’imperatore Adriano (da cui Porto Adriano, nome originario della località) e del monaco irlandese Cataldo, naufrago lungo le coste del Salento durante il proprio viaggio in Terra Santa e al quale si deve l’attuale nome.

Oggi San Cataldo è una realtà affermata del turismo balneare nel Salento resa ancora più appetibile grazie alla vicinanza con l’oasi protetta delle Cesine. Dal 1977 San Cataldo è riserva naturale biogenetica.

Nella località è possibile trascorrere le vacanze grazie alla presenza di stabilimenti balneari ben organizzati e strutture ricettive come villaggi e hotel.

Caratteristiche della costa

La marina di San Cataldo, salvo brevi tratti di roccia affiorante, è caratterizzata prevalentemente da spiagge di sabbia finissima. Una rigogliosa vegetazione, costituita da pini d’Aleppo ed eucalipti, delimita la spiaggia degradando verso un entroterra privo di particolari attrazioni paesaggistiche.

L’azzurro mare cristallino di San Cataldo, normalmente calmo eccetto in presenza dei forti venti di Tramontana, nasconde alcune rovine attribuibili all’antico porto romano.

Il fondale, limpido e poco profondo fa bella mostra di enormi blocchi di pietra presso i quali, con semplici immersioni, sono ancora visibili gli antichi ormeggi fatti di marmo e granito. Il tratto di costa risulta essere anche tra i più pescosi del Salento.

Sagre

  • D'estate la pro-loco organizza la "sagra del pane", una festa durante la quale si possono degustare alcune tra le specialità culinarie salentine più note e soprattutto la "puccia con le olive" ed i "pizzi",pane impastato con pomodoro e cipolla.

Soluzioni per la tua vacanza

Copyright

Pugliaviaggi scrl,
sede legale via Soleto 82,
73025 Martano (Lecce)

Partita Iva: 04094370758
Studio di promozione pubblicitaria
Agenzia di intermediazione

Contatti

info (@) pugliaviaggi.com